Il telefono squilla a lungo ma di Omar nessuna traccia, non risponde

Il telefono squilla a lungo ma di Omar nessuna traccia, non risponde! Dove sarà la prima domanda che ci facciamo. Sicuramente in bicicletta e questo era scontato, ma dove?
Sappiamo che era tornato da poco dall’ultima sua impresa a -30° in Lapponia, in solitaria, quindi ora dov’è?
Passa una mezz’ora ed ecco apparire il suo nome sul mio Iphone che ultimamente è davvero bollente per via dell’organizzazione dell’Endurance Cycling in Abruzzo.
Il “camoscio delle Dolomiti” si materializza e, dopo convenevoli e saluti di rito, arriva la proposta: “Omar mi farebbe piacere invitarti alla alla Ride2Parks di L’Aquila, una dura Rando di 208 km. e 4.100 m. D+ che vuole ricordare le 309 vittime del terremoto del capoluogo abruzzese, sono passati 10 anni! “Con grande piacere Luca, adoro quei territori e come sai, li conosco come le mie tasche. Li ho battuti in lungo e in largo con tutte le temperature, diciamo che è la mia palestra dolomitica ma a 100 km. da Roma! Ok ci sto, accetto la sfida, potrebbe essere un buon allenamento in vista dei miei progetti estivi. Allora dimmi la data così la cerchio in calendario” – “Ok” rispondo felicissimo, “il 9 Giugno” – dall’altra parte – “Oh nooo Luca, sono in America in quella data, ho già i biglietti aerei dunque non posso esserci, mi dispiace tantissimo”.

Cala il gelo sulla telefonata, dall’euforia alla delusione il passo è stato breve ma non tutto è perduto, Omar in qualche modo doveva esserci.
Arriva l’idea, Omar De Felice accetta di venire a fare il “test event” di Ride2Parks, ovvero la ricognizione dei tratti più importanti del nuovo format Endurance Cycling inserito nel circuito Audax per la prima volta.
Omar Di Felice partirà la prossima settimana per un’ altra delle sue diavolerie direzione Alaska, ma, appena tornato, neve permettendo,sarà con noi a scoprire, bici e telecamere alla mano, i punti più cattivi della Rando di L’Aquila che mira, senza pochi giri di parole, a diventare la Sfida più importante dal Trentino in giù, si accettano scommesse.

Il 38enne romano potrà dire di aver aperto la pista al nostro sogno che il 9 giugno diventerà realtà.

Iscrizioni su: ENDU